RIPARTONO LE MISSIONI SANITARIE

Invia la tua candidatura!

RIPARTONO LE MISSIONI SANITARIE

CANDIDATI ORA!

Vuoi fare un'esperienza che cambierà anche la tua vita?

Il volontariato all’estero ti cambia dentro, ti da la possibilità di toccare con mano una realtà nuova e diversa, di vivere la vita semplice dei poveri e fare la tua parte per migliorare, almeno un poco, questo nostro mondo. Soprattutto, fare volontariato ti avvicina all’Altro e alle sue esigenze, ti porta a metterti nei panni di chi è diverso da te e ha risorse diverse dalle tue, ti insegna l’empatia e la solidarietà più vere.

Candidati ora!

Finalmente si riparte!

La prossima missione è programmata per il periodo gennaio-febbraio 2022.
Il volontariato all’estero ti apre gli occhi e ti riempie il cuore. Cosa aspetti?

Queste sono le figure professionali che stiamo cercando:

  • Medici internisti

  • Pediatri

  • Ginecologhe

  • Dermatologi

  • Oculisti

  • Infermieri di sala e di reparto

 

 

  • Chirurghi generali

  • Chirurghi plastici

  • Dentisti

  • Cardiologi

  • Farmacisti

  • Urologi

DOMANDE FREQUENTI

Qui trovi le risposte alle domande più frequenti sulla missione sanitaria

Dove si svolge la missione?

L’Associazione SULLA STRADA è presente in Guatemala nella zona di San Raymundo, a 40 km dalla capitale. Più precisamente, è poco fuori San Raymundo che si trova il centro dei nostri progetti: il villaggio rurale “Cerro la Granadilla”. Qui, grazie al contributo dei nostri generosi donatori, abbiamo costruito un Poliambulatorio medico chiamato Yatintò (che nella lingua locale significa “mi prendo cura di te”).

La missione medica estiva (tra luglio e agosto) si svolge di solito solo all’interno del Poliambulatorio mentre la missione medico-chirurgica invernale (tra gennaio e febbraio) ha accesso a un ospedale locale. In quest’ultimo caso, pertanto, i medici volontari si dividono tra le visite effettuate a Yatintò e gli interventi chirurgici svolti presso l’ospedale.

Sulla Strada seleziona solo medici e infermieri?

No, ricerchiamo anche personale di supporto che sia d’aiuto nella gestione del grande gruppo di volontari. Queste persone non devono avere alcun titolo specifico ma solo tanta voglia di fare e spirito di adattamento, poiché si occuperanno di incarichi a volte faticosi, come ad esempio la gestione della cucina per tante persone.

È prevista una remunerazione?

No, non è previsto alcun tipo di remunerazione né rimborso del biglietto aereo. Quello che ti proponiamo è un’esperienza di volontariato autentica, che ti consentirà di metterti al servizio dei più piccoli dei poveri.
Sulla Strada chiede all volontario un piccolo contributo di € 20,00 per il vitto e l’alloggio, per ogni settimana di permanenza in missione.

Come funziona il processo di selezione?

Devi inviare la tua candidatura utilizzando il FORM online sul nostro sito. La candidatura può essere inviata in qualsiasi periodo dell’anno ed è valida solo per la missione successiva.
I CV vengono esaminati e l’esito della prima selezione viene comunicato, via e-mail, entro giugno per la missione estiva, entro settembre per la missione invernale. Uno dei criteri dpriorità per essere convocati sarà la conoscenza della lingua spagnola.
Successivamente potrai essere convocato per un colloquio individuale che di solito si svolge a Roma. Per coloro che provengono da molto lontano, è possibile effettuare il colloquio conoscitivo via Skype o WhatsApp in video-chiamata.

Dopo il primo colloquio stabiliamo insieme se proseguire nel percorso che ti porterà a partire con noi.
È previsto un corso di formazione, suddiviso in una giornata e un fine settimana.

Per la missione invernale, il corso si terrà:
– il secondo sabato di ottobre,
– il secondo fine settimana di novembre.
Per la missione estiva, il corso si terrà:
– il secondo sabato di maggio,
– il primo sabato di giugno.

La frequenza dei corsi è obbligatoria.
Prima della fine del corso saranno comunicati i candidati selezionati per partire. Durante il corso è possibile rinunciare al viaggio: vi chiediamo però la responsabilità di una scelta coerente, poiché il gruppo viene costruito e organizzato in équipe mediche le cui figure sono interdipendenti tra loro e una rinuncia dell’ultimo minuto può mettere in discussione l’intero funzionamento del gruppo.

Sono dipendente del Ministero della Sanità o delle ASL territoriali con contratto a tempo indeterminato: ho diritto all’aspettativa retribuita per partire con SULLA STRADA?

La concessione del collocamento in aspettativa retribuita è facoltà del datore di lavoro e deve essere sempre concessa su accordo del superiore gerarchico. SULLA STRADA può fornire, per facilitare l’accettazione della domanda di aspettativa retribuita, la certificazione che il volontario ha superato la selezione e il periodo di permanenza in missione in Guatemala.

Ho saputo che se le missioni effettuate con una ONG sono sovvenzionate dal Ministero degli Affari Esteri (MAE) si ha diritto all’aspettativa obbligatoria.

Le missioni sanitarie di SULLA STRADA non sono finanziate dal MAE e quindi non danno diritto all’aspettativa retribuita. La concessione di aspettativa è facoltativa per ogni datore di lavoro.

Sono necessari dei vaccini particolari per partire per il Guatemala?

No, non è previsto alcun vaccino obbligatorio.

Possiamo partire in coppia?

Certo! Dovete candidarvi singolarmente, specificando nei rispettivi form che siete una coppia, e se ne terrà conto.

Per altre info o dubbi, scrivici: volontariato@sullastrada.org. Siamo a tua disposizione!