Aiutaci a costruire le Scuole Medie!

LA SCUOLA MEDIA farà la differenza

LA SCUOLA MEDIA farà la differenza

Uno dei sogni che avevamo nel cassetto da tanto è quello di poter dire ai nostri bambini che finiscono la scuola elementare che avranno la possibilità di seguire gli studi qui, al villaggio, nella nostra scuola.
Molti di loro non continuano a studiare perchè le medie pubbliche più vicine sono raggiungibili solo con lunghi viaggi in bus e inoltre anche le scuole pubbliche chiedono contributi per i libri, per la divisa scolastica e per tante altre cose.

Durante l’ultima missione di novembre, mentre ragionavamo su questo anche con la direttrice della scuola, arriva una telefonata del Responsabile del Dipartimento del Ministero dell’Educazione del Guatemala che ci dice che la nostra richiesta, presentata tantissimo tempo fa, di poter aprire le scuole medie al villaggio è stata approvata e che il 15 febbraio potevano iniziare la prima media alla Granadilla.

Quasi non ci credevamo! Ci sembrava impossibile che finalmente avremmo potuto dare ai nostri bambini la notizia che, non solo potevano continuare a studiare ma lo avrebbero potuto fare nello stesso istituto dove avevano fatto le elementari.

I bambini sono stati felicissimi di questa notizia! L’unico problema è farlo sapere anche a quelli degli scorsi anni che non avevano avuto la possibilità per questioni economiche, di andare a scuola media a San Raymundo a al Carrizal, il paese più vicino.

Uno dei sogni che avevamo nel cassetto da tanto è quello di poter dire ai nostri bambini che finiscono la scuola elementare che avranno la possibilità di seguire gli studi qui, al villaggio, nella nostra scuola.
Molti di loro non continuano a studiare perchè le medie pubbliche più vicine sono raggiungibili solo con lunghi viaggi in bus e inoltre anche le scuole pubbliche chiedono contributi per i libri, per la divisa scolastica e per tante altre cose.

Durante l’ultima missione di novembre, mentre ragionavamo su questo anche con la direttrice della scuola, arriva una telefonata del Responsabile del Dipartimento del Ministero dell’Educazione del Guatemala che ci dice che la nostra richiesta, presentata tantissimo tempo fa, di poter aprire le scuole medie al villaggio è stata approvata e che il 15 febbraio potevano iniziare la prima media alla Granadilla.

Quasi non ci credevamo! Ci sembrava impossibile che finalmente avremmo potuto dare ai nostri bambini la notizia che, non solo potevano continuare a studiare ma lo avrebbero potuto fare nello stesso istituto dove avevano fatto le elementari.

I bambini sono stati felicissimi di questa notizia! L’unico problema è farlo sapere anche a quelli degli scorsi anni che non avevano avuto la possibilità per questioni economiche, di andare a scuola media a San Raymundo a al Carrizal, il paese più vicino.

Un gruppo di noi si è messo subito in azione e siamo andati nelle case dei ragazzi che sapevamo avevano un gran desiderio di studiare ma non avevano potuto. Siamo andati nelle case e capanne più sperdute, tra i più miseri e abbiamo detto ai nostri ragazzi, sorpresi e felici di rivederci, che finalmente a La Granadilla, già dal prossimo 15 febbraio ci sarebbe stata la scuola media. Che emozione vederli correre a prendere i loro documenti per consegnarceli e iscriverli a scuola: la ESCUELA PRIMARIA E INSTITUTO NACIONAL DE EDUCACIÓN BÁSICA ABUELITA AMELIA PAVONI è ora una realtà.

Abbiamo già avuto una donazione per fare gli scavi e per preparare il terreno dove saranno costruite le tre aule necessarie per la scuola. Luigi Sauve e Alessandro Carta, rispettivamente ingegnere e costruttore volontari, si sono messi già all’opera per fare presto e avere pronta almeno un’aula per ospitare la prima media a febbraio prossimo. Non abbiamo tanto tempo ma se saremo in tanti, se saremo tutti, di certo ce la faremo a fare un bel regalo di Natale ai bambini della Granadilla